Quale reggiseno scegliere per seno abbondante

Come scegliere la taglia del reggiseno? Bralette, preformati, a balconcino, a triangolo…C’è tantissima scelta dei modelli di reggiseno oggi e nell’intimo per ragazze curvy, non soltanto nello stile ma anche nei materiali, nei colori e nei mille decori che ci fanno sentire più belle.

Intimo curvy: la scelta dei capi giusti

Anche se esisteva già da molto tempo, il reggiseno è entrato nel linguaggio quotidiano nel 1907. Eppure, dopo oltre 100 anni, l’80% delle donne sceglie ancora un reggiseno sbagliato.
Questo vale in particolare per l’ intimo per donne formose: il seno ha bisogno di essere fasciato, sostenuto e valorizzato forse più degli altri. C’è da dire, però, che le donne con i seni abbondanti si sono sempre sentite penalizzate nella scelta del reggiseno, almeno fino a pochi anni fa. I reggiseni per le taglie oversize, infatti, erano tutti uguali, basic, brutti da vedere, anche se comodi.
Ma oggi, per fortuna, il mercato della moda e dell’intimo delle curvy è cambiato. Grazie a movimenti partiti dai social media e ripresi anche dalle donne dello spettacolo di tutto il mondo, le donne hanno preso consapevolezza della propria bellezza indipendentemente dalla taglia del seno dalla sua forma. Ecco, quindi, una guida completa per scegliere il reggiseno adatto anche per le curvy.

La taglia di reggiseno: come si misura?

Il fast shopping, con modelli standard e ragazze dalla silhouette irrealistica, ha creato insicurezze nelle donne curvy e la tentazione è di comprare un reggiseno alla moda, salvo poi non indossarlo più, oppure liberarsene appena si rientra in casa. Ma, come insegna il bra fitting, il metodo che detta le regole per individuare il reggiseno perfetto, la scelta del reggiseno è una cosa seria e si inizia sempre dalla misurazione, con un metro da sarta. Si deve misurare la circonferenza sotto il seno, quella del seno e poi scegliere la coppa. Le donne con taglie abbondanti sono portate ad acquistare intimo femminile e reggiseni guardando soltanto la misura, ad esempio una quarta, o una quinta. In realtà, la misura del sotto seno permette di scegliere un reggiseno che aderisca alle perfezione al busto, senza creare rotolini e senza stringere, e la scelta della coppa adatta permette di valorizzare il seno contenendolo alla perfezione. Come si fa per sapere se si sta indossando il reggiseno giusto? È semplice: dà sostegno e comfort, e non ci fa venire voglia di toglierlo. Infine, in particolare per chi ha un seno abbondante, il consiglio è sempre quello di rivolgersi a marchi di qualità.

Il reggiseno con coppa grande: qual è la misura giusta?

Le coppe sono contrassegnate da una lettera: dalla A in poi. La misura della coppa è data dalla differenza tra la circonferenza del seno e quella del sotto seno. Ad esempio, se il sotto seno misura 70 e il seno, misurato all’altezza dei capezzoli, misura 85, avremo una coppa C. Questa misura, abbinata alla taglia giusta, permette davvero di trovare reggiseno che sappia valorizzarci al meglio.

  • Reggiseni coppa C: differenza di 15 cm tra sotto seno e seno
  • Reggiseni coppa D: differenza di 20 cm tra sotto seno e seno
  • Reggiseni coppa E: differenza di 25 cm tra sotto seno e seno
  • Reggiseni coppa F: differenza di 30 cm tra sotto seno e seno

Trovare il reggiseno giusto per le forme generose

Nella scelta del reggiseno per le donne curvy bisogna tenere conto di diversi fattori. In primo luogo, è la fascia laterale che sostiene il seno, al 70%. Una minima parte del sostegno è garantita dalle spalline. Perciò, il primo step è scegliere un reggiseno in base al comfort che offre la fascia laterale. Per verificare il livello di comodità, è sufficiente verificare se si riesce a far passare un dito. In secondo luogo, aldilà del modello che si sceglie, il reggiseno si aggancia sempre al gancio più esterno. Se ci si sente comode agganciandolo al gancio più stretto, significa che è troppo largo. In seguito, quando il tessuto elastico inizierà a cedere, sarà possibile agganciarlo all’ultimo gancio.

Condividi questo post